Giorno 66 – ore 16.32 – No Name l’ammazza zombie! – 1/2

22/06/2014 Sinceramente speravo che la faccenda fosse un po’ più semplice, invece sono ancora ben lontano dall’essere un perfetto ammazza-zombie. Ma andiamo con ordine, non voglio spoilerarvi niente. Finito di scrivere il post precedente ho iniziato a preparare l’occorrente per la missione: Annunci

Giorno 66 – ore 08.17 – Basta alcool!

22/06/2014 Sono passati quattro giorni dall’ultimo post.. non ho avuto molta voglia di scrivere.. ho provato a recuperare un po’ di normalità dedicandomi alle faccende domestiche, tra cui la cura dell’orto, la sistemazione delle risorse alimentari, il riordino della casa (ho chiuso a chiave la camera di mia sorella e quella dei miei genitori così,…

Giorno 62 – ore 19.42 – Inizia la messa in sicurezza!

18/06/2014 Dopo aver svuotato il mio furgoncino ho sistemato tutti e tre i veicoli: ho infilato la mia macchinina (una city car) nel passaggio pedonale. Si è incastrata perfettamente, infatti sono dovuto uscire dal baule; probabilmente la mia paura che la macchina potesse essere scavalcata dagli zombie era infondata. In ogni caso, in futuro, potrò…

Giorno 61 – ore 14.13 – Al diavolo il piano d’azione!

17/06/2014 Sto mangiando un panino (formaggio e prosciutto.. avrei voluto anche dell’insalata e dei pomodori, ma l’orto ha bisogno di tempo..) e sto pensando che forse, non c’è tempo per scrivere un piano d’azione: c’è bisogno di agire, e alla svelta.

Giorno 61 – ore 13.22 – Ho ucciso mia sorella!

17/06/2014 È successo un casino.. continuo a domandarmi perché non sono morto anche io con tutti gli altri. Dopo che sono tornato a letto ho ricominciato a sentire i colpi sulla porta d’ingresso. Il suono non era come quello di una persona che bussa alla porta, ma uno o due colpi che si ripetevano ad…

Giorno 61 – ore 10.43 – Sono ancora vivo!

17/06/2014 Che nottataccia!! Mi sono appena risvegliato dopo una notte insonne.  Ho passato diverse ore a rotolarmi nel letto cercando di prendere sonno, infatti l’ultima volta che ho guardato l’orologio erano le 4.27 e alcuni raggi di luce iniziavano a fendere la mia tapparella rotta.. poi finalmente la stanchezza ha preso il sopravvento

Giorno 60 – ore 19.07 – Una brutta sorpresa – 2/2

16/06/2014 Ho afferrato immediatamente la mia nuova arma, non ero mai stato così felice in vita mia di stringere in mano un’ascia (prima d’ora stringerne una voleva dire spaccare legna e di conseguenza anche la schiena)! Incoraggiato dal mio nuovo oggetto mi sono sollevato di scatto, pronto a combattere;

Giorno 60 – ore 19.07 – Una brutta sorpresa – 1/2

16/06/2014 Dopo questa giornata, tutto ciò in cui credevo è cambiato. Ma non voglio anticiparvi nulla, riprendo da dove vi ho lasciati questa mattina. In pochi minuti sono arrivato a destinazione, ma una volta lì, il peso delle mie azioni si è fatto sempre più grave e il coraggio di entrare e rivedere quanto avevo fatto…